Francois Cavanna

Hara-Kiri was a monthly French satirical magazine, first published in 1960. It was created by Georges Bernier, Cavanna and Fred Aristidès. A weekly counterpart, Hara-Kiri Hebdo, was first published in 1969.

Contributors included Melvin Van Peebles, Reiser, Roland Topor, Moebius, Wolinski, Gébé, Cabu, Delfeil de Ton, Fournier, Jean-Pierre Bouyxou and Bernhard Willem Holtrop. In 1966 it published Les Aventures de Jodelle, drawn by Guy Peellaert and written by Pierre Barbier.

Hara-Kiri editions, subtitled “Journal bête et méchant” (“Stupid and vicious magazine”), were constantly aiming at established powers, be they political parties or institutions like the Church or the State. In 1961 and 1966 the monthly magazine was temporarily banned by the French government.
In November 1970, following the death of Charles de Gaulle at his home in Colombey-les-Deux-Églises, the weekly Hara-Kiri Hebdo bore the headline « Bal tragique à Colombey : 1 mort » (Eng: “Tragic ball in Colombey: 1 death”).

The choice of the title refers to a tragedy of the same month: a fire at a discothèque where 146 people were killed. The chosen title was somehow downplaying the gravity of de Gaulle’s demise, by suggesting a comparison with a tragedy which had just earlier resulted in the loss of many more people. The government felt this editorial choice was an offence of lèse-majesté against the deceased President. As a result, the magazine was immediately and permanently banned from sale to minors and publicity by the minister of the interior Raymond Marcellin.

Charlie Hebdo was started immediately afterwards. Charlie in the title refers to General de Gaulle (said Georges Wolinski); but it was the name of another magazine from Éditions du Square Charlie Mensuel, named after the character Charlie Brown from Charles M. Schulz’s Peanuts.
http://en.wikipedia.org/wiki/Hara-Kiri_%28magazine%29

 

cavannadi Sergio Di Cori Modigliani

Quando Francois Cavanna è morto, nel Gennaio 2014, all’età di 91 anni, venne diffuso in tutta la Francia, in memoriam, il suo testamento spirituale.
Da ricordare che Cavanna è la persona che ha ideato, voluto, finanziato e fondato il settimanale politico-satirico Charlie.

Qui di seguito la sintetica summa del pensiero di chi ci lavorava.

“Voi, i cristiani, gli ebrei, i mussulmani, i buddisti, gli scintoisti, gli avventisti, i panteisti, i testimoni di questo e di quello, i satanisti, i guru, i maghi, le streghe, i santoni, quelli che tagliano la pelle del pistolino ai bambini, quelli che cuciono la passerina alle bambine, quelli che pregano ginocchioni, quelli che pregano a quattro zampe, quelli che pregano su una gamba sola, quelli che non mangiano questo e quello, quelli che si segnano con la destra, quelli che si segnano con la sinistra, quelli che si votano al Diavolo, perché delusi da Dio, quelli che pregano per far piovere, quelli che pregano per vincere al lotto, quelli che pregano perché non sia Aids, quelli che si cibano del loro Dio fatto a rondelle, quelli che non pisciano mai controvento, quelli che fanno l’elemosina per guadagnarsi il cielo, quelli che lapidano il capro espiatorio, quelli che sgozzano le pecore, quelli che credono di sopravvivere nei loro figli, quelli che credono di sopravvivere nelle loro opere, quelli che non vogliono discendere dalla scimmia, quelli che benedicono gli eserciti, quelli che benedicono le battute di caccia, quelli che cominceranno a vivere dopo la morte…
Tutti voi,
che non potete vivere senza un Babbo Natale e senza un Padre castigatore.
Tutti voi,
che non potete sopportare di non essere altro che vermi di terra con un cervello.
Tutti voi,
che vi siete fabbricati un dio “perfetto” e “buono” tanto stupido, tanto meschino, tanto sanguinario, tanto geloso, tanto avido di lodi quanto il più stupido, il più meschino, il più sanguinario, il più geloso, il più avido di lodi tra voi.
Voi, oh, tutti voi
NON ROMPETECI I COGLIONI!
Fate i vostri salamelecchi nella vostra capanna, 

chiudete bene la porta e soprattutto 
non corrompete i nostri ragazzi
Non rompeteci i coglioni!”

François Cavanna, Paris 2010

Fonte originale: http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.it/2015/01/messaggio-agli-umani-da-parte-del.html

Informazioni su apoforeti

Unione Associazioni Culturali
Questa voce è stata pubblicata in anni 60 e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.