La congiuntura

Nel 1960 il governatore della Banca d’Italia Donato Menichella (successore di Luigi Einaudi e predecessore di Guido Carli alla guida dell’istituto) si dimette dopo aver portato la Lira al traguardo di migliore valuta (Oscar del Financial Times).

Sono gli anni del boom economico perfettamente tratteggiato dalla commedia all’italiana, il genere cinematografico che si afferma negli anni ’60 grazie a solide sceneggiature e agli attori definiti “colonnelli” (Gassman, Tognazzi, Manfredi) e da una serie di solidi caratteristi (cfr.link allegato).

Se la commedia mette in scena personaggi popolari che tentano la strada di una non conformistica sopravvivenza attraverso l’arte dell’arrangiarsi, allo stesso modo racconta di adattamenti grotteschi fatti da una società di piccoli seduttori caserecci, arrampicatori sociali, piccoli industriali e avventurieri borghesi sui quali fa leva il mito del miracolo economico e che alla fine rimangono puntualmente frustrati.

Informazioni su apoforeti

Unione Associazioni Culturali
Questa voce è stata pubblicata in miracolo economico. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.